Home Home  Forum Forum  News News  Link consigliati Link consigliati  Regolamento Regolamento  Contatti Contatti
Ultimo Urlo - non visibile
Gli urli sono visibili solo agli utenti autorizzati.
 
La biopsia dei villi coriali
LA BIOPSIA DEI VILLI CORIALI (CVS)
Preparazione: L'esame è indolore e non richiede anestesia locale né alcuna preparazione particolare della paziente. E' opportuna la conoscenza preliminare del gruppo sanguigno, per procedere, in caso di gravida Rh negativa con partner positivo, alla immunoprofilassi anti-D dopo il prelievo. Prima di procedere al CVS è indicato ottenere dalla gravida un consenso informato sulla metodica.
La tecnica: Viene eseguita in genere tra la 10° e l'12° settimana, ma può anche essere effettuata in epoche più avanzate della gravidanza (prende allora il nome di biopsia placentare). Essa consiste nel prelievo, sotto controllo ecografico continuo, di alcuni frammenti di tessuto coriale, mediante l'introduzione per via transaddominale di un ago guida, che raggiunge la parete uterina e di un ago da prelievo che, scorrendo all'interno della guida, viene sospinto fino al trofoblasto. Questo, dal quale deriverà la futura placenta, contiene infatti materiale genetico identico a quello fetale, che può essere utilizzato per lo studio del cariotipo e per tutte le analisi genetiche in genere eseguibili sulle cellule fetali. Dopo avere prelevato alcuni frammenti di materiale, si rimuove l'ago da prelievo (lasciando la guida in sede) e si verifica l'adeguatezza del campione prelevato. Se questo è sufficiente, si rimuove anche l'ago guida e si ricontrolla, la vitalità fetale. In caso contrario, si reinserisce l'ago da prelievo nella guida e si asporta una ulteriore piccola quantità di trofoblasto.
Dopo il prelievo: Non sono necessarie terapie particolari. L'insorgenza di crisi dolorose addominali o di lipotimie dopo il prelievo è molto rara; la gravida può comunque essere tenuta sotto controllo per alcuni minuti dopo il CVS, quindi dimessa senza altri accorgimenti.
Il risultato: Sul tessuto coriale possono essere eseguite sia indagini citogenetiche che biochimiche e del DNA. Anzi si può ritenere che i villi rappresentino il tessuto di elezione a questo ultimo riguardo. Le analisi citogenetiche vengono generalmente effettuate in due fasi: rapida, dopo breve incubazione sulle mitosi spontanee del citotrofoblasto, che fornisce un primo risultato entro 2-3 giorni dal prelievo, e dopo coltura delle cellule mesenchimali, che fornisce l'esito definitivo in 2-3 settimane.

 
 


MKPortal C1.2 rc1 ©2003-2008 mkportal.it
Pagina generata in 0.01136 secondi con 17 query